Ognuno è perfetto!

Partecipare al TEDx di Trento è stato per me un’esperienza meravigliosa!!!

Ho conosciuto tante persone stupende, scoperto idee geniali, ascoltato testimonianze di vita straordinarie e raccolto ricchi spunti di riflessione sui temi della creatività e della diversità. Un onore e una gioia avervi partecipato!

Ecco il video del mio intervento.

 

Ritorno al futuro… Eco-Futuro!

Avete presente il gioco del labirinto nella settimana enigmistica?
Chi di noi -almeno una volta- non ha tracciato il percorso a ritroso, dall’arrivo alla partenza?
Personalmente non lo considero una truffa, ma una scelta saggia, dettata da uno spontaneo istinto che ci spinge, fin dalla notte dei tempi, a cercare le risposte più efficaci ai nostri problemi.

Partire direttamente dalla soluzione, per poi risalire al percorso che ha condotto ad essa, evitando i tanti possibili errori che altrimenti incontreremmo lungo il cammino, mi pare una strategia fondata su un principio di assoluto buonsenso. E una strategia di grande efficacia!
Per questo da anni mi impegno principalmente nel dare spazio e voce a tutte le buone prassi e alle tante esperienze virtuose, in ogni ambito, perché sono profondamente convinto -per riprendere il titolo del mio ultimo libro- che “sbagliando non s’impara” e che solo facendo tesoro dei successi -nostri e altrui- e imparando a replicarli, possiamo cambiare il mondo e anche noi stessi.

Per questo ho accolto l’invito dell’amico Jacopo Fo ad organizzare, insieme, un Festival che abbiamo chiamato Eco-Futuro, il primo “Festival delle eco-tecnologie e dell’autocostruzione”.
Si terrà tra fine luglio e inizio agosto ad Alcatraz… Sì, avete capito bene, ma non si tratta della celebre prigione bensì della splendida struttura gestita da Jacopo nelle colline umbre a pochi km da Perugia.

Da questo luogo magico sono partiti alcuni dei percorsi più interessanti del variegato e ricchissimo “arcipelago delle alternative” del nostro Paese: da quì sono nate l’Associazione dei Comuni Virtuosi così come Transition Italia, il meraviglioso viaggio nell’Italia che cambia dell’amico Daniel Tarozzi come molte altre associazioni e realtà straordinarie, sempre frutto dell’incontro fecondo di persone di buona volontà, in una cornice che indubbiamente favorisce la convivialità, la cooperazione e l’ispirazione culturale e sociale.

In un certo senso, quindi, potremmo dire che da anni ormai ad Alcatraz si provano a immaginare visioni di un mondo diverso possibile e poi a sperimentarle direttamente attraverso percorsi concreti!

Ma questo Festival rappresenta in modo ancora più esplicito e intenzionale un vero e proprio “viaggio nel tempo”, alla scoperta del mondo che verrà -e che per certi aspetti è già iniziato- e di come è stato possibile arrivarvi. Un po’ come nel nostro gioco del labirinto, partendo dalle soluzioni per poi risalire ai percorsi che le hanno rese possibili.

L’idea di questo Festival nasce da una lettura precisa della nostra realtà che con Jacopo e gli altri promotori abbiamo condiviso. Siamo convinti che in Italia si trovino risorse straordinarie -e spesso sconosciute- nei vari ambiti dell’ecologismo: dalla ricerca all’impresa, dall’associazionismo alle esperienze amministrative, dall’impegno per i propri territori alla cooperazione internazionale.

In molti di questi ambiti possiamo vantare delle vere eccellenze, talvolta di livello mondiale, eppure -paradossalmente- l’ecologismo appare nel suo complesso molto debole, proprio poiché estremamente frammentato! Ciascuno cura il proprio orticello, manca una visione d’insieme che colga l’importanza di unire le forze e il risultato è che tutti sono in difficoltà e le potenzialità dell’insieme non sono mai espresse pienamente.

Siamo convinti che riuscire a fare incontrare tutti questi mondi, farli comunicare fra loro, farli sognare, riflettere, giocare, cantare e sperimentare insieme per un’intera settimana, possa portare a nuove e preziose sinergie.

Continua a leggere nel mio blog sul FattoQuotidiano.it …

Un occhio all’agenda e uno alla famiglia

Settembre e ottobre sono ogni anno mesi intensi, per i tanti eventi pubblici in calendario e perché si programmano in questo periodo quasi tutte le iniziative culturali dell’anno.

Questa è la mia agenda delle prossime settimane:

incontro,venezia,decrescita,conferenza,alcatraz,jacopo fo,comunicazione creativa,bologna,rifiuti,ecolgisti,civici
Giovedì 20
e venerdì 21 settembre sarò a Venezia per la terza Conferenza Internazionale sulla Decrescita, un appuntamento straordinario con un programma ricchissimo di workshop e conferenze.

Sabato 22 e domenica 23 andrò ad Alcatraz, dall’amico Jacopo Fo che ci ha invitati e si è reso disponibile a condurre un Seminario sulla Comunicazione Ecologica Creativa, per esplorare pratiche innovative di comunicazione per il movimento “Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei”.

Giovedì 27
, nel pomeriggio, sarò a Ravenna presso la Casa delle culture per un incontro di presentazione del progetto “Chi è straniero?” che coinvolge scuole, associazioni e comitati cittadini.

laboratori_kaleidos_2009-2010.jpgLa sera stessa invece in Casa Kaleidos a Faenza presenteremo alle famiglie tutte le attività pomeridiane e serali proposte dalla nostra Cooperativa per l’anno scolastico che incomincia.

Venerdì 28 sarò a Bologna, in Regione, per un incontro sulla Proposta di Legge regionale “Disposizioni a sostegno della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita, della raccolta differenziata domiciliare con tariffa puntuale e dell’impiantistica funzionale al riuso e al riciclaggio”.
Questo Progetto di Legge, di cui è estensore l’amico faentino Natale Belosi dell’Eco Istituto, è partito dal basso, dalle realtà territoriali e condiviso da Associazioni, Comitati ed Enti Locali  e ha iniziato ora il suo iter istituzionale, che è bene seguire per valutare eventuali modifiche del testo.

Domenica 30 sarò a Roma per l’Assemblea Federale del nostro movimento “Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei” e il 2 ottobre volerò a Bruxelles per partecipare ad un incontro di tutti gli ecologisti e parlamentari Verdi europei, come portavoce del movimento.
 

incontro,venezia,decrescita,conferenza,alcatraz,jacopo fo,comunicazione creativa,bologna,rifiuti,ecolgisti,civiciInfine, giovedì 4 sarò a Cervia per iniziare la programmazione dell’attività di quest’anno del Consiglio Comunale dei bambini e delle bambine.

Una bellissima esperienza che seguo già da quattro anni, che unisce educazione civica, partecipazione e politica vera, fatta dai bambini!

 

E poi sto lavorando ad un manuale per la nostra casa editrice, preparando i corsi di formazione per insegnanti e mediatori culturali e i laboratori didattici per i ragazzi!

incontro,venezia,decrescita,conferenza,alcatraz,jacopo fo,comunicazione creativa,bologna,rifiuti,ecolgisti,civiciUna mia amica qualche giorno fa mi ha detto: “Non capisco proprio come tu riesca a portare avanti tante cose contemporaneamente!”

In realtà nulla di tutto ciò mi spaventa, anzi faccio tutto volentieri, con passione, gioia ed entusiasmo.

L’unica vera sfida per me è riuscire in tutto questo senza venire meno al mio impegno di babbo e marito! 

Il “sogno” in cammino, a partire da Firenze

E’ stato convocato per domenica 28 novembre a Firenze il primo incontro di coordinamento del progetto “Abbiamo un sogno”.

abbiamo_un_sogno.jpgLa scelta della città è stata dettata dalla volontà di cercare, per quanto possibile, un punto facilmente accessibile a tutti.

E’ stato difficile però individuare una sala che potesse ospitarci; dapprima si era pensato alla Casa della Pace, anche per il valore simbolico che essa rappresenta per noi, ma quel giorno è già occupata, poi all’Ospitale delle Rifiorenze, ma in questo momento non è operativo.

Abbiamo trovato ospitalità infine in una sala che conta oltre 100 posti a sedere, presso la sede Arci in Piazza dei Ciompi 11, in quella che fu la “casa del Ghiberti”, un punto storico che fu centro operativo della Resistenza e poi punto d’incontro dei movimenti femministi. Ci auguriamo che lo spirito di questo luogo possa portare bene anche al nostro percorso di cambiamento dal basso che sta nascendo.

 

Continua a leggere l’articolo nella sezione “News” del sito Abbiamo un sogno…

 

L’Italia che sognamo e che vogliamo costruire

Dal 23 al 26 ottobre Teano, in provincia di Caserta, è stata teatro di un evento “visionario”, che ha voluto celebrare i 150 anni dello storico incontro tra il re Vittorio Emanuele e Giuseppe Garibaldi -che “fece l’Italia”- chiamando a raccolta sindaci da tutta Italia e il mondo dell’altreconomia per “ritrovare le ragioni dell’Unità” e stilare insieme un decalogo dei valori su cui fondare un nuovo patto sociale tra i cittadini italiani per costruire un’altra Italia di cui andare orgogliosi.

.

5923-1.jpg

.

Ecco il “Patto di Teano“:

L’Italia che sognamo e che vogliamo costruire:

1) È l’Italia che garantisce a tutti suoi abitanti un minimo vitale, un reddito di cittadinanza, che valorizza il lavoro e la produzione di beni socialmente utili e compatibili con l’ambiente, a partire dai valori e diritti fondamentali sanciti dalla nostra Costituzione;

2) È l’Italia che accoglie il profugo, lo straniero perseguitato, disperato, costretto all’emigrazione da guerre e disastri ambientali, da un’economia globale escludente e punitiva con i più deboli. Un Paese aperto al mondo, accogliente, multiculturale.

3) È l’Italia che protegge, cura e preserva, per le generazioni future, il suo straordinario patrimonio culturale, storico, architettonico. È il Paese dei paesaggi armoniosi, costruiti attraverso un secolare e paziente interscambio tra uomo e natura. È l’Italia della co-creazione, tra l’attività umana e questa Terra che ci è stata prestata. 

4) È l’Italia che riduce i consumi, lo spreco, e valorizza il riciclaggio degli scarti di lavorazione, mentre combatte il riciclaggio del denaro “sporco”. È il Paese delle energie rinnovabili, del risparmio energetico, della sovranità energetica ed alimentare. 

5) È l’Italia dei mille prodotti tipici, della biodiversità agricola, gastronomica, culturale. È il Paese dalle mille reti solidali tra produttori e consumatori, che costruiscono ogni giorno un altro mercato, equo e solidale, con il lavoro e l’ambiente.

6) È l’Italia che si fa amare in tutto il mondo nel campo dell’arte, della cultura, della scienza, dello sport. Il paese del bello e/è buono, della ricerca scientifica finalizzata al miglioramento della qualità della vita, della cultura come bene comune accessibile a tutti. L’Italia che evita la fuga dei giovani all’estero. L’Italia unita come punto di riferimento della più vasta comunità euro mediterranea da costruire nel prossimo futuro.

 

7) È l’Italia della pari dignità tra uomo e donna, della condivisione delle responsabilità pubbliche e private, tra il femminile ed il maschile che ha reso così ricca ed affascinante la vita su questo pianeta. È il Paese del legame forte e solidale tra vecchie e nuove generazioni, che vede nell’anziano una risorsa di saperi e utilità sociali e nei giovani una pianta che ha diritto a crescere  in un terreno fertile e ricco d’acqua. 

8) È l’Italia della pace e della solidarietà e cooperazione, che si batte a livello internazionale perché la guerra sia messa al bando, il disarmo reale liberi risorse umane e finanziarie per sostenere le popolazioni più deboli, per ripristinare l’habitat degradato. È il Paese che lotta affinché sia abolita in tutto il mondo la pena di morte (Usa e Cina inclusi), perché la tortura sia messa al bando, perché le carceri siano un luogo di recupero e non un girone dell’inferno. 

9) È l’Italia che rispetta la memoria delle sue vittime, che pretende la verità e la trasparenza nella gestione della res publica. È l’Italia dei mille Comuni, dove si pratica una democrazia partecipata, dove i cittadini sono soggetti attivi e responsabili, dove la scuola ha un valore fondamentale e al prezioso lavoro dei suoi operatori è riconosciuta la giusta mercede e dignità.

10) È l’Italia di Falcone e Borsellino, di Don Diana e Peppino Impastato, di Peppe Valarioti e Ciccio Gatto, e  di migliaia di cittadini e servitori dello Stato che hanno perso la vita per non cedere al ricatto dei poteri mafiosi e di quelli occulti. È il Paese all’avanguardia nella lotta contro la nuova borghesia criminale che sta conquistando il pianeta con i suoi capitali insanguinati che sono arrivati a dominare interi Stati ed istituzioni locali e internazionali.

 

È questa l’Italia che sogniamo e che vogliamo costruire.
Da qui, da Teano, nasce questa nuova responsabilità collettiva, questo “Patto per l’Italia”.

prossime serate pubbliche

1407699448.jpgDopo una bellissima serata di presentazione del libro a Trieste promossa da Mani Tese in collaborazione con Banca Etica, nelle prossime settimane sarò:

 

mercoledì 27 agosto a Marina Romea, in una serata speciale al bagno Boca Barranca;

 

venerdì 29 agosto a Marradi, in un incontro promosso dalla Cooperativa sociale COMIL;

 

giovedì 4 settembre a Ravenna, alla Festa Provinciale del PD;

 

lunedì 8 settembre a Ferrara, alla Festa Nazionale dell’Ambiente, promosso dal GAS (Gruppo d’Acuisto Solidale) di Ferrara;

 

lunedì 29 settembre a Russi, al Teatro Jolly, organizzato dalla Bottega del mondo;

 

sabato 4 ottobre a Roma, al Convegno nazionale sulle fonti rinnovabili “ZeroEmission Rome”;

 

venerdì 7 novembre a Varese, presso lo spazio incontri della Libreria Feltrinelli, organizzato dall’Associazione Yacouba.

grande successo del libro…

1741540594.jpgE’ con soddisfazione e gratitudine che scrivo questo post.

Il libro “Non è vero che tutto va peggio” sta andando benissimo e dopo poco più di due mesi è quasi esaurita la prima stampa, quindi stiamo pensando con la casa editrice, la
EMI
, di fare a settembre-ottobre una ristampa o addirittura una seconda edizione, corretta ed integrata tenendo conto dei consigli e dei suggerimenti raccolti nei tanti incontri di presentazione fatti in questi due mesi.

168324498.jpg 

E gli incontri non sono finiti. Sono appena stato a Jesi il 19 luglio, a Firenze il 28 e a Brisighella il 1 agosto e nelle prossime settimane sarò a Trieste il 22 agosto, a Marina Romea il 27, a Marradi il 29, poi a Ravenna il 4 settembre, a Ferrara l’8 e un po’ più avanti a Russi il 29 settembre e a Varese il 4 ottobre.

Ringrazio tutti per l’accoglienza straordinaria riservatami e per il grande sostegno al libro e al suo messaggio di speranza!

 

 

serate di presentazione del libro…

a09b68dc6884950c264c854b085dc394.jpgFra pochi giorni inizierò un tour di presentazione del libro “Non è vero che tutto va peggio” in giro per l’Italia.Da qui ai primi di luglio sarò in molte città dal nord al sud dove associazioni, gruppi, cooperative che condividono il messaggio del libro stanno organizzando delle serate!Ecco un calendario provvisorio delle serate a incominciare da quelle già fissate:30-31 maggio: Empoli – incontri organizzati dal Gruppo Empolese Emisfero Sud e dalla bottega del commercio equo e solidale Nadir. 2 giugno: FINALE EMILIA (Modena) – organizzato dal gruppo Mani Tese3 giugno: FAENZA, Biblioteca Zucchini – promosso da Libreria Moby Dick, Pax Christi, Ass. Don Tonino Bello12 giugno: CERVIA, Piazza dei Salinari, lungo canale – promosso dal Centro risorse, Assessorato alle Pari Opportunità e dal Centro interculturale13 giugno: VIAREGGIO – talk show all’interno della fiera SAPOR BIO18 giugno: CESENA, libreria “Nerosubianco” – organizzato da Anima Mundi20 giugno: RIMINI, Caffé letterario Assenzio – promosso dal gruppo Mani Tese. 21 giugno: VERONA, Villa Are – organizzato dalla Coop. La Fonte22 giugno: MODENA, piazza Matteotti – FESTA ALTRA ECONOMIA25 giugno: PADOVA – organizzato dal gruppo Mani Tese26 giugno: SANTERNO (RA), Fattoria biologica Radisa: concerto con Serena Bandoli e presentazione del libro.27 giugno: GAMBETTOLA, Centro giovanile – promosso dal Forum della pace e dall’Associazione 360°, con il patrocinio del Comune.28 giugno: FAENZA – Luogo comune3 luglio: FAENZA, festa de l’unità parco di via Calamelli – presentazione insieme all’on. Castagnetti19 luglio: JESI, festa delle associazioni di volontariato EQUA LA FESTA! – promosso da Mondo Solidale.in via di definizione le date di:Reggio Emilia – Scuola di pace, Assessorato alla culturaRussi – parrocchia, bottega del mondo, Centro per la paceForlì – InGASati, Cooperativa Equamente, Associazione Forlì Terzo Mondo-LVIA,IPSIA, Gruppo Verdi, Libreria del duomoMilano – associazione Buone NotizieBologna – EMILucca – gruppo Mani TeseSiena – AgesciAscoli Piceno – LibreriaPiacenza – Ass. Yacouba per l’AfricaBari-Molfetta – diocesiNapoli – gruppo Mani Tese