Associazioni unite per promuovere L’anticasta

Come scrivevo qualche mese fa in un post su questo blog: avere una stessa meta permette di immaginare un cammino comune, perché -come cantano i Modena City Ramblers riprendendo le parole del grande poeta Luis Sepulveda– “i sentieri giusti vanno percorsi insieme”.

830085404.jpgE’ con questo spirito che 10 associazioni del Lazio si sono unite per organizzare un tour itinerante che mi vedrà impegnato nei giorni 22 e 23 ottobre insieme all’amico Marco Boschini, per presentare il nostro libro L’anticasta, l’Italia che funziona e le esperienze dei Comuni Virtuosi in 6 diversi incontri pubblici.

Il tour partirà venerdì 22 ottobre da ALBANO LAZIALE presso il Centro Ecologia dell’Habitat in Via delle Mole 32/a.
L’appuntamento è alle ore 20,00 per chi vuole approfittare del bio-shop e dell’accogliente sala ristoro con le proposte di degustazione di prodotti biologici.

Alle ore 21,00 dello stesso giorno è possibile assistere alla presentazione del libro anche a ZAGAROLO presso il Teatrino di Palazzo Rospigliosi – Piazza Indipendenza.

Sabato 23 ottobre, il libro verrà presentato durante la mattinata sia ad APRILIA, alle ore 10,00 presso la Scuola Media Statale G.Pascoli in Via delle Palme, che a OSTIA LIDO (appuntamento ore 10,30) presso la Biblioteca Elsa Morante (Biblioteche di Roma) di Via Adolfo Cozza, 7.

Alle ore 17,00 di sabato sarà protagonista LABICO, probabilmente nella Piazza del Mercato (info tel. 347-6113256 labico.cca@alice.it), mentre l’ultima tappa coinvolgerà GENZANO DI ROMA, con il patrocinio dall’amministrazione comunale, presso il Liceo Scientifico “G.Vailati” con diretta web radio e tv su RadioLiberaTutti e Canale870 a partire dalle ore 18,00.

Io e Marco ci alterneremo nei 6 eventi di questa straordinaria iniziativa, organizzata da questi “compagni di viaggio” a cui va il nostro sincero ringraziamento: Per il bene comune, Labicocca, Rete dei cittadini per Aprilia, Amici di Beppe Grillo – Genzano di Roma, Salviamo i Castelli Romani, Amici del Movimento 5 Stelle – XIII Municipio Roma, Ostia che cammina, Lilith, Liberidanubi e Cittadinanzattiva – Assemblea Colli Prenestini e Tiburtini.

“L’Italia che funziona”, in ogni regione, continua a far sentire la propria voce!

Sbagliando non si impara!

Ci hanno sempre detto che “sbagliando si impara” e alla fine ci siamo tutti convinti che sia davvero così.

in_bicicletta.jpgIo credo invece che si impari attraverso i successi.

Provo a spiegarmi con un esempio semplice, immediato: pensate un po’ a quando abbiamo imparato ad andare in bicicletta, da bambini.

Sembrava impossibile vero? Infatti siamo caduti tutti quanti cento volte prima di riuscirvi.

Ma non è grazie a quegli innumerevoli tentativi falliti che abbiamo imparato. Piuttosto è accaduto a un certo punto che, un po’ per caso o anche un po’ per fortuna, ci siamo ritrovati quasi magicamente in equilibrio. Certo un equilibrio instabile, ancora traballante, ma tanto è stato sufficiente per farci “memorizzare” quel successo e imparare a replicarlo.

Certo occorreva la pazienza di cadere e rialzarsi tutte quelle volte per arrivare al risultato voluto, ma non è stato dai numerosi errori che abbiamo imparato, quanto piuttosto da quel timido, precario, successo personale.

Credo che questo principio valga anche più in generale, nella nostra vita; occorre la pazienza di riprovare mille volte, di sapersi rialzare ad ogni errore, ma è soprattutto dai nostri successi, talvolta fortuiti, che impariamo a migliorarci.

Questa riflessione ha grandi ricadute in campo educativo, dove è soprattutto incoraggiando il piacere della scoperta che possiamo offrire ai ragazzi la possibilità -fra mille errori- di sperimentare anche i primi successi e scoprire così i propri talenti, quando ancora sono racchiusi dentro al guscio.

E anche a livello politico io non credo, purtroppo, che dagli errori si traggano grandi lezioni. Quanti sperano, specialmente nel centro-sinistra ma non solo, che a suon di sconfitte si possa arrivare, prima o poi, a fare autocritica credo che rimarranno a bocca asciutta.

Sono fiducioso invece che dai successi, dalla scoperta cioè dei vantaggi che le scelte virtuose possono portare, da tutti i punti di vista, si diffonderà e poi radicherà la consapevolezza del cambiamento possibile… non senza cadute da cui rialzarsi, ovviamente, proprio come quando abbiamo imparato ad andare in bicicletta da bambini.

L’ANTICASTA da Fabio Fazio!

Dopo l’intervento di martedì a Geo&Geo, in cui Marco ha presentato a Sveva Sagramola l’esperienza dei Comuni Virtuosi, che insieme abbiamo cercato di raccontare nel nostro libro “L’anticasta“, questa sera Luca Mercalli ha presentato il libro da Fabio Fazio in una delle più importanti vetrine per i libri di tutta la tv italiana!

 

La foresta che cresce fa sempre più rumore…

 

 

 

>> Domani L’anticasta a Geo & Geo, RAI3

>> La “foresta che cresce” sta iniziando a fare rumore!

>> Con L’anticasta la EMI vince il “Premio Green” al Pisa Book Festival

>> Una finestra nazionale

Intervista a Radio 101

R101.jpgDomani pomeriggio a partire dalle 15,20 io e Marco Boschini saremo ospiti di Tamara Donà a R 101 per presentare “L’ANTICASTA” all’interno della trasmissione On Air.

 

Ancora un’occasione per portare all’attenzione di un grande pubblico i temi e le proposte concrete del libro e del video ad esso allegato.

Video che stiamo ampliando in vista della spedizione a tutti i sindaci degli 8.102 comuni d’Italia.

 

Della nuova versione voglio offrirvi un’anteprima assoluta… la nostra visita al Centro Riciclo di Vedelago, che arriva a recuperare e valorizzare oltre il 97% dei materiali che riceve.

Un esempio che andrebbe seguito in tutto il paese!

 

Ricomincia Report e subito mi stimola un interrogativo: “denunciare” o “annunciare”?

H

report150309.jpgHo appena finito di guardare la prima, splendida ma tragica, puntata della nuova stagione di Report.

Nella sua coraggiosa inchiesta “I viceré”, Sigfrido Ranucci, ha ricostruito i loschi rapporti fra mafia e politica nella città di Catania, mettendo in evidenza gli sprechi, le corruzioni e tutti i disservizi che ne conseguono per i cittadini.

Chi ha visto questo servizio sa di cosa sto parlando e credo condividerà con me l’impressione di una realtà surreale, assolutamente incredibile.

 

Cittadini che pagano la bolletta dell’acqua o delle fogne senza neppure ricevere questi servizi; mega-opere incompiute quando non addirittura mia incominciate; scale di sicurezza per le scuole che finiscono davanti a delle finestre sbarrate e non alle porte; fondi per le emergenze terremoto o alluvioni che finiscono in appalti e subappalti a ditte vicine al mafioso di turno; potenti che hanno talmente tante cariche che finiscono per scrivere formalmente lettere a se stessi… e si rispondono pure!!!

 

Insomma, assurdità tali che risulterebbero perfino simpatiche, se solo non fossero vere.

 

Durante la visione di questa inchiesta, in tutta onestà, il mio pensiero è andato ai tanti comuni virtuosi che ho visitato in questi ultimi tempi per girare il video che uscirà allegato al libro “L’ANTICASTA – l’Italia che funziona” che sto scrivendo insieme a Marco Boschini, dell’Associazione dei Comuni virtuosi… e mi sono chiesto -con la massima onestà anzitutto verso me stesso- se non stiamo sbagliando qualcosa nella nostra scelta di dare voce alle esperienze virtuose quando ci sono ancora tante esperienze di degrado simile nel nostro Paese, che andrebbero denunciate con forza e coraggio, come fa straordinariamente Report.

 

Ma poi, quasi a volermi rispondere e incoraggiare, la stessa Milena Gabanelli ha posto l’interrogativo: “chissà cosa pensano di questi sprechi tutti i Comuni virtuosi che ogni giorno tirano la cinghia…” e poco dopo, su internet, mi sono imbattuto casualmente in questa citazione che pare quasi confezionata apposta per questo mio scrupolo, come un abito su misura:

 

“Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente.
Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo
che renda la realtà obsoleta”

Buckminster Fuller

 

Andiamo avanti quindi, con pazienza e decisione, nella costruzione e nella promozione di questo modello nuovo!

E le esperienze dei Comuni virtuosi, sicuramente sono un importante tassello di questa alternativa possibile, un contributo prezioso al superamento delle logiche che hanno portato a tragedie come quella di Catania raccontata nel servizio di Report.

 

Forse, allora, la risposta all’interrogativo iniziale è “denunciare”, ma anche “annunciare” insieme.

 

Intervista a “Spazio Aperto”

Qualche tempo fa sono stato ospite a Canale 11 della trasmissione “Spazio Aperto”, invitato per presentare il libro “Non è vero che tutto va peggio” e le attività educative e di solidarietà che da anni promuovo con Mani Tese.

 

 

E’ stata un’occasione per sviluppare alcune riflessioni che molto raramente entrano in tv e presentare prospettive assolutamente alternative a quelle tragiche che i mass media diffondono senza ritegno ogni giorno.


Ecco il video dell’intervista, spezzato in 4 parti…

 

Prima parte


Seconda parte

 

Terza parte

 

Quarta parte

 

Buona visione!