“Sogno e son desto”, il viaggio continua!

teatro-de-rosa2Gli ultimi mesi sono stati davvero intensi ed emozionanti per quanto riguarda il mio impegno nello spettacolo “Sogno e son desto! stavo cambiando il mondo e… ho dimenticato la pentola sul fuoco”.

Dopo la data a Buggiano (Pistoia) con l’Istituto Cavalcanti, e quelle indimenticabili con un migliaio di alunni al PalaCongressi di Ravenna, promosse dagli amici del Gruppo dello Zuccherificio, a fine marzo sono stato in Sicilia, a Caltanissetta presso il Liceo Classico “Ruggero Settimo” e a Carini (Palermo) insieme ai ragazzi del Liceo Mursia, nella suggestiva cornice del castello medioevale.

Il 13 aprile sono andato in scena a Roma, al Teatro Ambra alla Garbatella, con i ragazzi di diversi Istituti Superiori, invitati dall’Associazione “Io sono” e dalla Cooperativa “BeFree”.

teatro-terra-spazioQuindi il 17 aprile a Taranto dove l’abbraccio incredibile dei ragazzi dell’Istituto “Righi” mi ha davvero commosso. Il loro applauso interminabile e la standing ovation -che proprio non mi aspettavo- al termine del mio spettacolo, mi hanno riempito il cuore di gioia!!!
Non li interpreto solo come un’espressione di stima e di affetto nei miei confronti, ma soprattutto come un segno di profonda condivisione dei valori che ho cercato di trasmettere con l’incontro.

teatro-de-rosa1Il 20 aprile sono andato in scena a Forlì, vicinissimo alla mia città, presso il teatro di San Martino in Strada.

Il 26 aprile in piazza a Monselice, all’interno della coloratissima “Festa dei Popoli”, che ha portato ad incontrarsi le diverse comunità presenti in città.

Quindi, il 9 maggio, al teatro Astra di Vicenza con gli alunni di diversi Istituti Superiori all’interno del “Festival degli Studenti”, promosso e organizzato dalla Consulta provinciale degli studenti.
Un bell’esempio di protagonismo giovanile, al quale ho portato con gioia e passione un mio contributo di idee e di emozioni!!!

locandina-sogno-Fratta-leggeraInfine, il 16 maggio, sono stato a Frattamaggiore (NA), per incontrare al Teatro De Rosa gli alunni di diverse Scuole Superiori, invitati dagli amici del Comitato “ViviAmo la Città” all’interno di un ricco calendario di iniziative che ha coinvolto tutta la cittadinanza.

E domenica mi sono fermato con loro per la X edizione di “Bici in Città”, una biciclettata oceanica, con più di mille persone, che diventa un momento di incontro gioioso, di condivisione e di riflessione per tutta la comunità!

bici in-città
La prossima data è il 30 maggio, in Umbria, a Passignano sul Trasimeno, all’interno dell’incontro degli Agenti del Cambiamento che si terrà presso il meraviglioso Centro di esperienze per l’educazione alla sostenibilità “Panta Rei”.

E in piena estate, il 23 agosto, sarò a Trevi, all’interno del 54° Convegno del CEM Mondialità che quest’anno affronterà il tema “Liberare l’Umano. Chi non si rigenera degenera.”

convegno-cem

Il viaggio ricomincia!

L’estate volge al termine e – con l’emozione del Festival EcoFuturo ancora in circolo- riparte la mia attività educativa e culturale, in larga parte itinerante.

Riprendono infatti i Progetti educativi nelle scuole, a Ravenna con “Chi è straniero?”, a Cervia con “Paesaggi interculturali”, con il Progetto sulla Legalità e il “Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine”, a Cesena con il “Progetto Energia” e in altre città ancora.

michele-dotti-seminario-buone-notizieE ricominciano anche gli incontri pubblici, che mi portano sempre più a scoprire l’Italia che amo, quella troppo spesso invisibile, quella che non si rassegna e anzi si impegna ogni giorno con gioia e passione per migliorare le cose!

Giovedì 4 settembre sarò a Bologna con Marco Boschini e il Prof. Andrea Segrè, per una tavola rotonda dal titolo “Pratiche virtuose di cittadini e istituzioni: fare meglio si può”, partendo come spunto dal bel libro “Nessuno lo farà al posto tuo” scritto da Marco. L’incontro inierà alle ore 21 presso la Libreria della Festa Nazionale dell’Unità.

gusti bericiSabato 6 sarò a Lumignano (Vicenza) per partecipare all’ottava edizione di “Gusti Berici” che quest’anno è dedicata al tema “Terre vicine: coltiviamo la prossimità” con un incontro dal titolo “E’ possibile un progetto dal basso di transizione ecologica e sociale dell’economia?” insieme a Domenico Finiguerra, Manuel Castelletti e Paolo Cacciari. A facilitare la discussione sarà Roberta Radich.

Lunedì 8, al mattino, sarò ad Andalo (Trento), presso il Pala Congressi – Viale del Parco 3, per presentare il mio libro “Sbagliando non s’impara” all’interno della trasmissione televisiva “A tambur battente” condotta da Daniele Perini e prodotta da Fox Production.

Al pomeriggio dello stesso giorno a Vicenza, per un incontro sull’ecologia come prospettiva educativa con i ragazzi del Centro Capta.

Mercoledì 10 sarò a Cervia per tenere una formazione sul metodo del Cooperative Learning agli insegnanti delle Scuole Primarie del territorio.

Mercoledì 24 ancora a Vicenza, al mattino, per contribuire con il mio incontro di teatro “Sogno e son desto” alla festa per i 25 anni di una straordinaria azienda, D’Orica, che ho avuto la fortuna di conoscere ad EcoFuturo grazie a Claudia Bettiol e agli amici di Energitismo.michele-dotti-villa-schiarinoSabato 27 e domenica 28 tornerò a Rimini per il Festival Francescano, a cui contribuirò con due workshop diversi: uno sull’acqua invisibile, quella nascosta dentro ai nostri consumi quotidiani e uno che prende spunto dal mio ultimo libro “Sbagliando non s’impara”.

Rivoluzione Civile: che straordinaria avventura!

Continua il mio tour elettorale fra Emilia Romagna e Veneto, insieme a tanti amici che condividono il sogno di una rivoluzione civile, che riporti una speranza per il nostro Paese!

E’ un’esperienza appassionante, che mi sta portanto ad incontrare tante persone stupende impegnate nei territori per un domani migliore.

verona,rivoluzione civile,alberto lucarelli, sonia milan, tiziano quaini,conferenza stampa,campagna elettoraleIl mio viaggio è iniziato martedì 29 dal Veneto, con conferenze stampa a Verona, insieme a Alberto Lucarelli, esperto di diritto e beni comuni, Sonia Milan, che si occupa di innovazione e comunicazione digitale e Tiziano Quaini, attivo per l’agricoltura biologica e la biodiversità; poi a Vicenza con Cinzia Bottene del movimento No-Dal Molin e  Roberta Radich, che si occupa di accoglienza e immigrazione, quindi a Rovigo con Irene Tommasi e le altre candidate locali, per concludere a Verona in una bella e partecipata Assemblea pubblica.
Come potete vedere ciascuno è espressione di mondi e formazioni diverse ma tutte importanti e complementari; anche questa è la “Rivoluzione Civile”: il valore delle diversità.

Mercoledì 30 ho partecipato a due bellissimi incontri pubblici insieme ad Antonio Ingroia a Ravenna al mattino e a Bologna alla sera, in una sala stracolma con oltre 500 persone e un clima di grande entusiasmo!

rivoluzione civile,ingroia,movimento,ecologia,societàrivoluzione civile,ingroia,bologna,movimento,ecologia,societàrivoluzione civile,ingroia,bologna,movimento,ecologia,societàrivoluzione civile,antonio ingroia,michele dotti,alberto lucarelli,gabriella stramaccioni,flavio lotti,angelo bonelli,libera,tavola per la pace,bologna,ravenna,verona,padova,vicenza,rovigo,rimini,acqua pubblica,nucleare,referendum,scuola,sanità,cacciabombardieri,tav
.


Ieri pomeriggio sono stato ad Imola con Gabriella Stramaccioni, direttrice di Libera, Giovanni Favia e altri candidati della nostra regione.

Domani sarò nuovamente con Gabriella a Rovigo per una conferenza stampa alle ore 11,30.

Ancora a Rovigo sarò martedì 5 alle 21, insieme ad Alberto Lucarelli.

Anche il 6 sarò con Alberto tutto il giorno per incontri a Padova, Vicenza, Montecchio Maggiore e infine ancora a Padova in un’Assemblea pubblica.

Venerdì 8 sarò a Bagnacavallo, l’11 con Angelo Bonelli nel pomeriggio a Rimini e poi a Bologna alla sera.

La sera del 12 a Ravenna con Emilio Molinari, giornalista e scrittore, fondatore del “Comitato per un contratto mondiale sull’acqua”, per parlare di acqua e beni comuni come base per un’alternativa politica.

rivoluzione civile,antonio ingroia,michele dotti,alberto lucarelli,gabriella stramaccioni,flavio lotti,angelo bonelli,libera,tavola per la pace,bologna,ravenna,verona,padova,vicenza,rovigo,rimini,acqua pubblica,nucleare,referendum,scuola,sanità,cacciabombardieri,tavGiovedì 14 di nuovo a Ravenna con Giovanni Favia; il 16 finalmente nella mia città (Faenza) per un confronto pubblico con altri candidati.

Il 18 sarò ancora in Veneto con Antonio Ingroia e il 20 con Flavio Lotti, coordinatore della Tavola per la Pace.

Non posso nascondervelo, è un’esperienza anche umanamente straordinaria. Faticosa quanto appassionante. E io credo che ne valga davvero la pena!

Perché finalmente c’è una proposta politica che può portare dentro al Parlamento i contenuti che io avrei sempre voluto vedere e portarli sulle gambe di tante persone di cui io ho grande stima.

Sono convinto che se potessero conoscere il nostro programma sarebbero tantissimi gli italiani che lo condividerebbero e si impegnerebbero per sostenere la nostra proposta politica!!!

Penso anzitutto a quei 27 milioni di cittadini e cittadine che hanno votato ai referendum per l’acqua pubblica e contro il nucleare e che ne vedono costantemente messo a rischio l’esito.

Penso ai tanti attivisti -sono oltre 4 milioni in Italia– che si battono da anni pur non avendo ancora qualcuno che li rappresenti in Parlamento e che porti avanti in modo serio il loro impegno per il bene comune, per la solidarietà, per la pace, per la giustizia sociale e per dare pieno compimento alla nostra bellissima Carta Costituzionale, per anni calpestata in nome di interessi privati.

Penso ai tanti che si ritrovano oggi disperati perché disoccupati o precari, agli anziani che faticano a vivere con una pensione da miseria, ai lavoratori umiliati nella loro dignità, agli ammalati o alle famiglie dei disabili a cui è stato tolto ogni sostegno, ai tanti piccoli imprenditori onesti strozzati dai debiti pur vantando enormi crediti insoluti dallo stato (la scelta della s minuscola in questo caso non è casuale!), penso alle donne, che stanno pagando il prezzo più caro della crisi, specialmente al sud, penso agli studenti, ai bambini figli di immigrati nati in Italia a cui è negata la cittadinanza, ai terremotati dell’Aquila e a quelli dell’Emilia, che ancora vivono nei container e stanno aspettando una casa… e penso che a fronte di tutto questo c’è chi ha la faccia tosta di indicare come priorità per il nostro paese i cacciabombardieri, i sommergibili, il MUOS di Niscemi, la TAV e altre assurde grandi opere inutili.

Penso a tutto questo e a molto altro ancora e mi dico che davvero è giunta l’ora di cambiare!

Noi ci siamo. Fino in fondo. Con passione e onestà.