Ricomincia Report e subito mi stimola un interrogativo: “denunciare” o “annunciare”?

H

report150309.jpgHo appena finito di guardare la prima, splendida ma tragica, puntata della nuova stagione di Report.

Nella sua coraggiosa inchiesta “I viceré”, Sigfrido Ranucci, ha ricostruito i loschi rapporti fra mafia e politica nella città di Catania, mettendo in evidenza gli sprechi, le corruzioni e tutti i disservizi che ne conseguono per i cittadini.

Chi ha visto questo servizio sa di cosa sto parlando e credo condividerà con me l’impressione di una realtà surreale, assolutamente incredibile.

 

Cittadini che pagano la bolletta dell’acqua o delle fogne senza neppure ricevere questi servizi; mega-opere incompiute quando non addirittura mia incominciate; scale di sicurezza per le scuole che finiscono davanti a delle finestre sbarrate e non alle porte; fondi per le emergenze terremoto o alluvioni che finiscono in appalti e subappalti a ditte vicine al mafioso di turno; potenti che hanno talmente tante cariche che finiscono per scrivere formalmente lettere a se stessi… e si rispondono pure!!!

 

Insomma, assurdità tali che risulterebbero perfino simpatiche, se solo non fossero vere.

 

Durante la visione di questa inchiesta, in tutta onestà, il mio pensiero è andato ai tanti comuni virtuosi che ho visitato in questi ultimi tempi per girare il video che uscirà allegato al libro “L’ANTICASTA – l’Italia che funziona” che sto scrivendo insieme a Marco Boschini, dell’Associazione dei Comuni virtuosi… e mi sono chiesto -con la massima onestà anzitutto verso me stesso- se non stiamo sbagliando qualcosa nella nostra scelta di dare voce alle esperienze virtuose quando ci sono ancora tante esperienze di degrado simile nel nostro Paese, che andrebbero denunciate con forza e coraggio, come fa straordinariamente Report.

 

Ma poi, quasi a volermi rispondere e incoraggiare, la stessa Milena Gabanelli ha posto l’interrogativo: “chissà cosa pensano di questi sprechi tutti i Comuni virtuosi che ogni giorno tirano la cinghia…” e poco dopo, su internet, mi sono imbattuto casualmente in questa citazione che pare quasi confezionata apposta per questo mio scrupolo, come un abito su misura:

 

“Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente.
Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo
che renda la realtà obsoleta”

Buckminster Fuller

 

Andiamo avanti quindi, con pazienza e decisione, nella costruzione e nella promozione di questo modello nuovo!

E le esperienze dei Comuni virtuosi, sicuramente sono un importante tassello di questa alternativa possibile, un contributo prezioso al superamento delle logiche che hanno portato a tragedie come quella di Catania raccontata nel servizio di Report.

 

Forse, allora, la risposta all’interrogativo iniziale è “denunciare”, ma anche “annunciare” insieme.

 

Ricomincia Report e subito mi stimola un interrogativo: “denunciare” o “annunciare”?ultima modifica: 2009-03-16T00:55:00+01:00da micheledotti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento