Le 10 migliori notizie per l’ambiente del 2008

LaNuovaEcologia_dicembre.jpgNel numero di dicembre de La Nuova Ecologia, il mensile di Legambiente, potete trovare un ampio servizio al quale ho lavorato diverse settimane, che presenta le 10 migliori notizie per l’ambiente del 2008.

 

Il servizio è anche in copertina della rivista ed è il frutto di una grande ricerca che ho svolto, in stretta collaborazione anche con la Redazione, dapprima per trovare, poi per scegliere e infine per scrivere queste notizie, che sono anche affiancate da un inquadramento generale del tema trattato e dall’opinione di un esperto sulla materia.

 

La prima notizia, e la copertina, non potevano che andare alla storica elezione di Obama, che sul piano ambientale annuncia una vera e propria rivoluzione verde, con scelte coraggiose e seri investimenti sulle rinnovabili anche in direzione di un rilancio dell’occupazione negli States.

Le altre notizie sono queste:

– Il vento spazza via l’atomo; L’avanzata delle bici in Italia; Diminuiti gli incendi boschivi; L’Australia segue l’esempio cinese: al bando i sacchetti di plastica; Inaugurata in Norvegia la più grande banca fitogenetica del mondo; Il Brasile annuncia nuove aree protette in Amazzonia; Aumentano le persone che bevono acqua del rubinetto; Fotovoltaico, inventate celle solari 500 volte più efficienti; Ritorna in Europa la “Beluga SkySails”, la nave trainata da un aquilone.

 

Se non trovate la rivista in edicola potete richiederla attraverso il sito, oppure  ordinarla on-line.

 

BUONA LETTURA!

Come sono andati gli incendi boschivi questa estate? Provate a chiederlo a Grisù…

.

379457891.jpg

Mi sono accorto di non aver sentito praticamente parlare di incendi boschivi questa estate.

 

Così ho pensato: “questa ha tutta l’aria di essere una ottima notizia!”

 

Se i tg non ne parlano vuole dire che le cose non vanno… abbastanza male.

 

E infatti, secondo i dati del Corpo Forestale dello Stato da poco presentati alla commissione Ambiente del Senato, nei primi otto mesi del 2008 il numero degli incendi boschivi in Italia ha registrato un enorme diminuzione rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2007.

Da 8.505 incendi dell’anno scorso, quest’anno se ne sono registrati solo 4.093: una riduzione di oltre il 50%!

In netto calo anche la superficie totale percorsa dalle fiamme che passa da 205.253 ettari del 2007 agli attuali 32.268, cioè addirittura oltre l’80% in meno.

Diminuisce di conseguenza in modo incredibile la superficie boscata andata in fumo rispetto a quella rilevata nello stesso periodo del precedente anno (solo 12.502 ettari, contro i 106.524 del 2007) e quella non boscata (19.766 ettari contro i 98.729 del 2007).

 

“Sono molteplici – sottolinea il Corpo forestale – i fattori di questo successo: dal maggiore utilizzo da parte dei Comuni italiani del catasto delle aree bruciate, al crescente coordinamento tra le forze di polizia e i diversi enti impegnati nelle operazioni di spegnimento dei roghi, fino ad una intensa attività investigativa che ha portato alla denuncia di 247 persone per il reato di incendio boschivo.”

 

Ottime notizie insomma, e proprio per questo – forse – ritenute poco interessanti dalla maggioranza dei mass media!

Meglio cercare una qualche piccola tragedia nella cronaca locale…