Il diritto alla furbizia e all’illecito

La storia che voglio raccontare accade curiosamente proprio nel giorno della condanna a Berlusconi a quattro anni per frode fiscale; una condanna che ha generato la consueta reazione di sdegno nei suoi avvocati e nel Pdl che hanno parlato (tanto per cambiare) di accanimento giudiziario, arrivando addirittura a chiedere l’ergastolo per i giudici.
Potremmo pensare che questa ostentata insofferenza rispetto alla legge e la presunzione di intoccabilità, accada semplicemente per lo strapotere e la ricchezza del Cavaliere.
Il fatto che voglio raccontare, invece, ci porta a riflettere su quanto, purtroppo, questo ventennio di “diseducazione collettiva” a reti unificate abbia abbruttito il nostro paese. Ma al contempo, per fortuna, non sia riuscita a piegarlo fino in fondo.
 
Sono le 8,30 circa di questa mattina quando Andrea Artioli passa vicino alla scuola elementare di via Cuneo, a Carpi, rientrando a casa da una salutare corsetta mattutina.
L’occhio gli cade casualmente su un’auto parcheggiata nello spazio per disabili, senza il dovuto contrassegno. Si ferma a guardare un istante.
Dall’interno dell’auto, il proprietario, che sta accompagnando a scuola i due figli, gli rivolge la parola indispettito: “C’è forse qualcosa che non va?”

furbizia,illecito,onestà,Berlusconi,educazione,civiltà,Carpi,aggressione,scuola elementare,coraggio,nonviolenza,testimonianza

Andrea, un uomo buono, un pacifista ed ecologista che ho avuto la grande fortuna di conoscere personalmente, gli risponde pacatamente, come è nel suo stile, con limpido senso civico:
“Non si potrebbe parcheggiare nello spazio per disabili”.

L’uomo non perde un attimo, scende dall’auto ed aggredisce Andrea iniziando a prenderlo a pugni; lo colpisce violentemente al volto, ripetutamente, davanti agli occhi increduli di tanti genitori che stanno accompagnando i propri figli a scuola. 

Andrea non reagisce, mette le mani dietro alla schiena dimostrando un coraggio e una forza d’animo che successivamente i passanti dichiareranno stupefacente.

 

Continua a leggere nel mio blog sul FattoQuotidiano.it …

Il diritto alla furbizia e all’illecitoultima modifica: 2012-10-27T10:38:42+02:00da micheledotti
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il diritto alla furbizia e all’illecito

  1. comuni avvenimenti quotidiani….sono stato una vittima pioniere di questa “normalità”, tipica dell’italiano medio, nel 1995 finendo all’ospedale per una decina di giorni e anche di recente con lancio notturno di 60 uova contro la mia abitazione! E siamo nell’opulenta Emilia-Romagna…..

  2. Sono scandalizzato da quanto letto! E’ incredibile che, in un paese come il nostro, debbano accadere certe nefandezze. Quanto è scritto in questo articolo fa il paio quello che ha fatto un politico (ora non ricordo il nome) del PDL qualche settimana fa…

    …In pratica questo tizio era abituato a parcheggiare la sua auto, in modo abusivo, presso i parcheggi per diversamente abili. Un bel giorno un disabile che voleva parcheggiare ha fatto, giustamente, spostare l’auto chiamando i vigili.

    Come è andata a finire? Ecco qua: appena se ne sono andati via i vigili, il politico ha forato con un coltello le ruote dell’auto del povero disabile…senza parole…

Lascia un commento