Una settimana splendida!

Sono appena rientrato da un tour straordinario di 6 giorni fra il Lazio e la Campania, che mi ha permesso di conoscere tante persone davvero stupende!!! A tutti va il mio sincero ringraziamento per la calorosa accoglienza e l’impegno profuso nell’organizzazione di questi eventi pubblici.

Fra i colli romani, insieme a Marco Boschini abbiamo presentato “L’anticasta” in 6 eventi differenti in due giorni soltanto, fra venerdì e sabato, tutti coordinati da 10 Associazioni del territorio, unitesi in questa avventura. Un vero miracolo che dimostra come la frammentazione possa essere superata parlando di cose concrete e in maniera costruttiva.

Da Roma siamo andati direttamente a Teano, dove si è tenuto il grande incontro che ha visto fra gli ospiti alcuni dei più importanti esponenti della società civile, del mondo della cultura e delle istituzioni locali, per stringere tutti insieme un nuovo “patto per l’Italia” che è stato sottoscritto da tutti i presenti.

Ci sono stati momenti davvero intensi ed emozionanti, come quello in cui -poco dopo aver ricordato il “sindaco pescatore” Angelo Vassallo con un minuto di silenzio- si è spezzato e distribuito fra tutti i presenti il pane di Altamura come simbolo di unità e condivisione. Mi è sembrato che fosse quasi una Eucarestia.

Fra i tanti interventi mi hanno colpito quelli sul tema del lavoro e dei diritti di Antonio Di Luca di Pomigliano e quello del professor Marco Revelli, così come l’analisi storica di Paul Ginsborg e gli interventi dei sindaci chiamati a portare una testimonianza del loro impegno virtuoso legato ai 10 punti del “patto per l’Italia”.

Grazie a Tonino Perna, l’ideatore di questo storico incontro che ha creduto nella forza del nostro progetto, io ho potuto presentare il nostro “sogno” davanti a tutta l’assemblea, raccolta in plenaria, la mattina di domenica 24.

Il giorno successivo a Procida ho tenuto un incontro insieme a Vincenzo Cenname, sindaco di Camigliano commissariato per avere giustamente rifiutato di abbandonare la gestione virtuosa dei rifiuti nel suo comune e di cederla ad un discutibile consorzio provinciale.

Proprio ieri sera, insieme anche al grande Alessio Ciacci, Vincenzo è stato ospite di Santoro ad Annozero, per presentare la sua storia paradossale.

Dopo l’incontro pubblico serale, al mattino ho tenuto un altro bell’incontro con gli alunni del Liceo di Procida, anche attraverso l’utilizzo di diversi linguaggi quali video e musiche, sulle alternative possibili per un futuro sostenibile.

L’indomani sono rientrato a Faenza, per presentare -la sera stessa- il mio nuovo libro  “Dudal Jam, a scuola di pace” all’interno della Nona Giornata ecumenica del Dialogo Cristiano Islamico, presso il Centro Islamico della nostra città. Una bella occasione per rinnovarsi reciprocamente la volontà di dialogo e di amicizia con la comunità musulmana, che ha dimostrato di apprezzare l’approccio del mio intervento e del libro stesso.

La stanchezza è tanta, per i tanti viaggi e le poche ore di sonno, ma ancor più è la gioia per queste esperienze stupende, dalle quali ogni volta porto a casa con me davvero tantissimo!

Una settimana splendida!ultima modifica: 2010-10-29T11:02:00+02:00da micheledotti
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Una settimana splendida!

  1. Bella l’intervista che hai rilasciato e belle le esperienze di cui racconti! Naturalmente lo spezzone di Annozero lascia vedere la foschia ottusa nei cervelli di chi gestisce il potere, ma ho preferito vedere la tua intervista per ultima proprio per non farmi scoraggiare. Grazie per quello che fai e che dici pubblicamente.

  2. San Pietro in Gu 6 novembre
    Grazie per la bellissima serata che abbiamo passato in tua compagnia, per la sferzata di ottimismo e di positività che ci hai trasmesso, per aver “risvegliato” in noi il senso di sentirsi parte attiva del mondo.
    Sono una romagnola trapiantata da 26 anni a San Pietro in Gu, da 37 in Veneto e mi sono sentita molto orgogliosa che la nostra Romagna “sforni” ancora giovani come te. Leggerò con molto interesse i tuoi libri.
    Grazie ancora e auguri per le tue attività future.
    Anna Frim

  3. San Pietro in Gu 6 novembre
    Grazie per la bellissima serata che abbiamo passato in tua compagnia, per la sferzata di ottimismo e di positività che ci hai trasmesso, per aver “risvegliato” in noi il senso di sentirsi parte attiva del mondo.
    Sono una romagnola trapiantata da 26 anni a San Pietro in Gu, da 37 in Veneto e mi sono sentita molto orgogliosa che la nostra Romagna “sforni” ancora giovani come te. Leggerò con molto interesse i tuoi libri.
    Grazie ancora e auguri per le tue attività future.
    Anna Frim

Lascia un commento