“Sei la massima ricchezza che esista al mondo…”

Resto sul tema dell’acqua, che ho trattato anche nell’ultimo post, condividendo con voi una lettura che amo particolarmente e che può essere un prezioso stimolo di riflessione sull’importanza dell’acqua per la nostra vita.

orme_nel_deserto.jpgCredo infatti che poche parole possano aiutarci a comprendere il valore dell’acqua in modo più profondo di questo stupendo brano letterario tratto da “Terra degli uomini”, di Saint Exuperì, che descrive l’avventura dell’autore e di Prevot, piloti postali, che hanno sfasciato l’aereo ai margini del Sahara. Non hanno nulla da mangiare né da bere, e i loro segnali di soccorso non sono stati visti. Stanno cercando la salvezza a piedi…

O voi che ho amato, addio. Non è affatto colpa mia se il corpo umano non può resistere tre giorni senza bere. Non credevo di essere così prigioniero delle fonti. Non sospettavo un’autonomia così corta. Si crede che l’uomo possa marciare dritto innanzi a sé. Si crede che l’uomo sia libero… Non si vede la corda che lo lega al pozzo, che lo lega come un cordone ombelicale al ventre della terra.
Se egli fa un passo di più, muore.

“Sei la massima ricchezza che esista al mondo…”ultima modifica: 2009-09-19T14:41:00+02:00da micheledotti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento