Maledetta burocrazia

Insieme proviamo a liberarci dalla zavorra che ci fa impazzire e che frena le potenzialità del Paese!

Energitismo: il rinascimento dell’ecologia

In questo momento di profondo pessimismo per l’industria e per l’energia solare, un gruppo di piccole e medie imprese decide di cambiare radicalmente strategia e porta avanti una iniziativa che va assolutamente controcorrente. 

eolic,energy,art,modern,energitismoSi tratta di imprese che hanno deciso di scommettere sul binomio “arte-energia” rileggendo la tecnologia con la lente della bellezza per ornare ville, palazzi e alberghi di prestigio di tutto il mondo.

L’idea è nata attorno ad un manifesto culturale lanciato da “Energitismo” lo scorso anno, in cui si esortavano le imprese a non piegarsi alla logica della speculazione finanziaria che nel campo dell’energia solare ha prodotto grandi distese di orribili pannelli fotovoltaici, a vantaggio quasi esclusivo dell’industria cinese. 

fotovoltaico,arte,moderna,bello,energitismoIl manifesto sostiene che le tecnologie possono diventare gioielli per le nostre case e che dobbiamo essere orgogliosi di esporle.

E’ un messaggio positivo lanciato a tutte le PMI italiane, il motore del nostro paese, soffocato dalla mancanza di liquidità, dallo strapotere delle grandi imprese e da una burocrazia che soffoca ogni iniziativa.

Continua a leggere nel mio blog sul FattoQuotidiano.it …

Lettura veloce: il primato del super Ministro

calderoli_leggi_inutili.jpgDa tempo guardavo con interesse alla possibilità di iscrivermi ad un “corso di lettura veloce”, ma fino ad ora ero sempre stato un po’ scettico sulla reale efficacia di questa tecnica.

 

Poi la straordinaria performance del super Ministro Calderoli mi ha liberato da ogni esitazione.

 

Era stata denunciata la presenza di 29.100 leggi inutili, ma lui ne ha bruciate in un bel falò addirittura 375.000!!!

 

Incredibile. Questo sì che si chiama “semplificare” la vita per gli onesti cittadini. Abbasso la burocrazia. Evviva il Ministro.

 

rogo_calderoli.jpgE diciamocelo francamente -seguendo i calcoli di G.A.Stella sul Corriere della sera– se il Ministro non avesse frequentato con grande impegno un “corso di lettura veloce” non avrebbe mai potuto compiere una simile impresa.

Anche lavorando 12 ore al giorno dal momento in cui si è insediato, si tratta comunque di un primato, con più di una legge cancellata al minuto, lettura del testo compresa, ovviamente!

 

Domattina vado ad iscrivermi a un corso di lettura veloce e chiederò esplicitamente del famoso “metodo Calderoli”.